Venezia Jazz Festival Fall edition #1

Home / Festival / Venezia Jazz Festival Fall edition #1

Al Di Meola, Gonzalo Rubalcaba, Markus Stockhausen. Sono alcuni dei protagonisti di Venezia Jazz Festival Fall edition #1, edizione autunnale del celebre festival firmato da Veneto Jazz. Dal 25 ottobre al 13 novembre, un ricco programma di concerti, incontri e workshop con i maggiori artisti del jazz internazionale. Teatri, chiese e hotel saranno pervasi dai suoni e dalle parole che raccontano la contemporaneità, sondando le diverse anime della musica del mondo.

L’apertura è affidata al T Fondaco dei Tedeschi. L’Event Pavillon, situato all’ultimo piano del noto lifestyle department store di DFS Group, ospita l’alchemico duo del vibrafonista Pasquale Mirra e del percussionista Hamid Drake, un caleidoscopico viaggio sonoro, dove si fondono ritmi africani e orientali e poetiche sonorità (25 ottobre, ore 19.30, ingresso libero su prenotazione).

Maestro della chitarra e pioniere della fusion, Al Di Meola presenta al Teatro Goldoni “Opus”, nuovo capitolo della sua carriera che si inoltra in inediti confini musicali con una visione artistica più matura. Con lui sul palco, due italiani, Peo Alfonsi alla seconda chitarra e Fausto Beccalossi alla fisarmonica (31 ottobre, ore 21). L’artista, nel pomeriggio, sarà anche protagonista di un incontro con il giornalista, critico e produttore musicale Ashley Kahn, nel salotto di Splendid Venice Hotel (ore 17.00).

Il festival continua con il talento italiano del trombone Filippo Vignato che si incontra con il chitarrista Francesco Diodati nelle navate della Chiesa della Pietà, giovani generazioni a confronto per un concerto intimista di rara bellezza (1 novembre, ore 17.30), seguito alle 19.00 dalla presentazione del critico Ashley Kahn, autore di “A Love Supreme: Storia del capolavoro di John Coltrane“ (Il Saggiatore), di “A Love Supreme: John Coltrane and the Power of Spiritual Music”, con rari documenti video (Laguna Libre, ingresso libero).

L’Isola di San Servolo ritorna protagonista del festival con il concerto (anticipato da un aperitivo) dell’esplosiva Carmen Souza, pianista e cantautrice jazz portoghese di origini capoverdiane. Con Theo Pascal al basso e Elias Kacomanolis alla batteria e percussioni, presenta Creology, nuovo disco dalle atmosfere afro che mixa ritmi brasiliani e cubani e il jazz di New Orleans (2 novembre, ore 18.30).

L’aria si fa rarefatta con l’esibizione di Markus Stockhausen (tromba e filicorno) e di Florian Weber (piano), musicisti di formazione classica e contemporanea sempre alla ricerca di echi e risonanze profonde, momento magico e bellissimo intitolato “Inside out” che trova casa nell’affascinante Auditorium “Lo Squero” della Fondazione Giorgio Cini sull’Isola di San Giorgio Maggiore (3 novembre, ore 18.00). Markus Stockhausen, fra i maggiori trombettisti europei, conduce inoltre il workshop “Euphoria”, avventura spirituale, attraverso la bellezza della musica, delle armonie e della pace interiore rivolta anche ai non musicisti (4 novembre, dalle 15 alle 18).

Jazz fusion ungherese al Laguna Libre, jazz club del festival, con la cantante Evelin Tóth e il suo trio, abbinata ad una cena a tema dello Chef Mate Illes (4 novembre, ore 20).

Chiara Civello, fra le più interessanti pianiste e cantanti della sua generazione, si esibisce in trio alla Sale Apollinee del Teatro La Fenice con il progetto “Eclipse”, elegante pop italiano con influenze brasiliane, rivisitazioni di classici del cinema e arrangiamenti elettronici (7 novembre, ore 19.30), mentre è la voce soul di Ty Le Blanc ad animare il nuovo concerto allo Splendid Venice Hotel (8 novembre, ore 19.00).

Per i giovani talenti del jazz di domani il Pulsar Ensemble del batterista Filippo Sala, uno dei vincitori del premio “Tomorrow’s Jazz”, si esibisce al Museo di Palazzo Grimani (9 novembre, ore 18).

Alle Sale Apollinee, fra jazz, classica e world music, c’è il chitarrista francese Kevin Seddiki con un ospite speciale, il maestro della chitarra Philip Catherine (10 novembre, ore 18).

Una vera stella del jazz mondiale chiude il festival: Gonzalo Rubalcaba in pian solo al Teatro Toniolo di Mestre (13 novembre, ore 21). Quindici nominations ai Grammy Awards e le collaborazioni con i più grandi jazzisti (da Dizzy Gillespie a Herbie Hancock, da Richard Galliano a Ron Carter) ne fanno uno dei musicisti viventi più importanti del panorama internazionale.

Anteprima di Venezia Jazz Festival Fall edition #1 il 18 ottobre allo Splendid Venice Hotel, con un concerto-aperitivo della cantante Chiara Luppi in un omaggio ad Aretha Franklin (ore 19.00). Nel periodo del festival, inoltre, programma di concerti serali al Laguna Libre Jazz Club (www.lagunalibre.it).

Venezia Jazz Festival Fall edition #1 è organizzato da Veneto Jazz con il supporto di Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e Regione del Veneto, il patrocinio della Città di Venezia e in collaborazione con Polo Museale del Veneto, Fondazione Teatro La Fenice, Teatro Stabile del Veneto, Teatro Toniolo, T Fondaco dei Tedeschi, Fondazione Giorgio Cini, San Servolo, Palazzo Grimani. Speciale partner: Splendid Venice Hotel, Laguna Libre. Media partner: Radio Monte Carlo, Jazzit, Venezia News.

La direzione artistica è a cura di Giuseppe Mormile.

Radio Monte Carlo è radio ufficiale di Venezia Jazz Festival e promuoverà gli eventi in onda, on-line e via social network. Sulle frequenze della radio verranno inoltre messi in palio i biglietti per assistere ai concerti.

Prossimi eventi di Venezia Jazz Festival

Eventi recenti di Venezia Jazz Festival